Dear School Film Fest

La Videochiamata

 A cura di Matteo Virnicchi – Liceo Umberto I

Durante il Dear School film festival, tenutosi nell’auditorium dell’istituto tecnico industriale “Galileo Ferraris” di Scampia il 13 Maggio 2021, è andato in onda il cortometraggio “La videochiamata”, frutto del duro lavoro degli studenti dell’Istituto tecnico professionale “Alfonso Casanova”. Tutti i giovani studenti si sono impegnati duramente per creare il proprio cortometraggio che avesse come argomento centrale la disuguaglianza, ogni istituto ha svolto questo lavoro in modo differente, trasmettendo, attraverso i loro lavori, svariati concetti di “disuguaglianza”, in quanto quest’ultima è una tematica molto vasta e dalle mille sfaccettature. Il cortometraggio, seguito dai registi Ugo di Fenza e Emilio Costa che hanno collaborato con gli studenti del Casanova, è ambientato sullo schermo di un computer ed ha come protagonisti un gruppo di ragazzi, particolarmente una ragazza di questo gruppo che viene coinvolta in una vicenda alquanto sgradevole. Margherita, la ragazza in questione, non possiede i mezzi necessari per poter comunicare con i suoi amici senza interferenze e non può trovare una soluzione al problema a causa della situazione economica dei genitori. Oltre a questo il regista evidenzierà anche il comportamento dei ragazzi che è tutt’altro che comprensivo nei confronti della loro amica, la quale viene derisa e presa in giro per la sua condizione economica. La storia avrà un lieto fine grazie all’iniziativa di alcuni ragazzi, particolarmente Antonio, i quali, comprendendo il disagio della loro compagna, si scusano per le parole spese sul suo conto.

Il regista Ugo di Fenza, analizzando le numerose sfaccettature della disuguaglianza, ha detto: “Inizialmente volevo sottolineare il fatto che alcuni ragazzi potessero utilizzare dei mezzi e altri no, ma il corto sottolinea principalmente il comportamento dei ragazzi”. Inoltre spiegando come sia stato spontaneo e improvviso passare da un argomento all’altro in un cortometraggio di cinque minuti, trattando appunto questo tipo di tematica. Ugo risponde: “La regia era partita con l’idea, come dice il titolo, di creare un cortometraggio che ponesse come argomento principale la differenza tra ricchi e poveri, e come lo stato attuale di emergenza avesse influito su questa disuguaglianza”. Il regista non solo è riuscito ad attuare la sua idea ma ha aggiunto un tassello in più, affrontando anche l’argomento del bullismo e collegandolo alla sua idea originale. Gli studenti del Casanova hanno messo in atto un’interpretazione di alto livello grazie alla loro motivazione che, a detta del regista, è stata semplice da raggiungere grazie alle loro parti simili nella realtà.

Il preside dell’Istituto tecnico industriale “Galileo Ferraris” ha analizzato i numerosi punti di vista sulla didattica a distanza, facendo una grande differenza tra la dad che era entrata in vigore nell’anno scolastico precedente e quella attuale. Il preside ha definito più efficace la didattica a distanza svoltasi da settembre in poi grazie all’ausilio di piattaforme digitali più efficienti come classroom e meet. Inoltre ha esaltato i passi in avanti che ha fatto l’istruzione verso gli studenti con meno disponibilità economiche che, principalmente nella prima parte dell’anno, non erano in possesso di mezzi adeguati a seguire le lezioni.

Lascia un commento.

© 2021. Dear School Film Fest